Certificazione di filiera

Certificazione di filiera

La raccolta 2013 dell'Akrux® si presenta con una notizia straordinaria: il grano duro bio Cappelli Akrux® si è dotato della certificazione della rintracciabilità UNI EN ISO 22005. L'Istituto di Certificazione Etica ed Ambientale (ICEA) ne ha ricevuto l'incarico.
Dare garanzie sulla purezza del seme e della granella prodotta, tramite il marchio Akrux®, è stata da sempre la mission che la Pure Grain s.r.l. (società titolare del marchio) ha voluto dare ai propri clienti.
Così oggi, oltre al disciplinare di produzione, controlli sistematici in campo e controlli sulla raccolta della granella, il fiore all'occhiello è diventata la rintracciabilità di prodotto.
ICEA ha controllato circa 30 az. Agricole produttrici del Cappelli Akrux® dandone pareri favorevoli sulla purezza del prodotto. I territori di produzione sono stati le regioni Marche, Lazio e Puglia..

Il lavoro di ICEA è stato minuziosissimo nei controlli, infatti è risultato che tutte le az. agricole produttrici di Cappelli Akrux® hanno perfettamente attuato sia il disciplinare di produzione per le pratiche agrarie dell’agricoltura biologica (Reg. Cee 834/2007 e 889/2008), sia il disciplinare di produzione del Cappelli Akrux®, inoltre si è utilizzato solo seme certificato ENSE (Ente Nazionale Sementi Elette).

La conclusione del lavoro di ICEA è stato quello di verificare lo stoccaggio della granella, tutta la granella è stata stoccata in silos adeguati e non è stata miscelata con altre varietà di grano duro.

Non finisce qui, infatti il lavoro futuro di ICEA sarà quello di certificare tutte le az. di trasformazione della granella, farina e semola del Cappelli Akrux®. Con la certificazione UNI EN ISO 22005 la Pure Grain s.r.l. è convinta di poter dare a tutti i consumatori la certezza assoluta della purezza del grano Cappelli Akrux®.

Per la fine del 2013 tutta la filiera dell’Akrux® sarà certificata.

Ovviamente il tutto potrà essere riportato in etichetta per i prodotti a nostro marchio.